Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 aprile 2016 3 06 /04 /aprile /2016 22:12

Per il nostro centro storico e una vera Piazza del Ponte: sì al referendum

Cosa permetterà di fare la variante pianificatoria di Piazza del Ponte, proposta dal Municipio di Mendrisio e approvata dalla maggioranza del Consiglio comunale (PPD + PLR) lo scorso 21 marzo?

L'elemento principale (ma non il solo negativo!) riguarda Piazza del Ponte.

Sul sedime sul quale sorge oggi lo stabile ex Jelmoli (alto 16.5 metri) potrà essere costruito un nuovo edificio avente l'altezza minima di 22 metri e massima di 26 metri, la forma e la volumetria della "torre Sergison".

Possiamo quindi parlare di "variante-Sergison" (come ha indicato correttamente anche il Dipartimento del territorio).

Quando sarà costruita la "torre"? Nel messaggio municipale sono indicate due informazioni a questo proposito: «mancano le risorse per il finanziamento dell'opera»; la sua costruzione è «possibile se non con tempi relativamente lunghi (ca. 10 anni)». Evidentemente, visto l'attuale mercato immobiliare, se l'ente pubblico non dispone di risorse finanziarie da investire nella torre, vi sarà probabilmente un investitore privato (imprenditore, cassa pensione ecc.) desideroso di approfittare della modifica di Piano regolatore.

La variante pone quindi la base giuridica per poter costruire uno stabile ancora più alto dell'attuale ex Jelmoli.

Il gruppo dei Verdi, si è opposto – unico tra tutti i partiti – a questa "variante-torre" sia nella Commissione della pianificazione sia in Consiglio comunale, perché:

- non rispetta il grande valore storico-artistico dell'area che annovera beni culturali protetti a livello cantonale: la Chiesa parrocchiale dei santi Cosma e Damiano con la scalinata, la Torre con la lapide romana, il Palazzo Torriani, il Pretorio vecchio già Palazzo Rusca;

- conferma la zona edificabile R5 (altezza come il recente palazzo del Credito Svizzero, con possibilità di R7 per il sedime ex Jelmoli), che si incunea all'interno del nucleo storico: è un retaggio pianificatorio che risale a trent'anni fa e volerlo mantenere ancora oggi è segno di miopia pianificatoria e urbanistica;

- non rispetta la petizione del 2007 che chiedeva una piazza, cioè un'area pubblica libera e definitiva. Piazza del Ponte, Villa Argentina, Valera: per questi luoghi tre petizioni popolari hanno invitato l'autorità politica (che si ispira da decenni all'ideologia della crescita illimitata) a ripensare le scelte pianificatorie del recente passato.

Purtroppo, come avvenuto per Villa Argentina e Valera, anche la modifica di Piano regolatore di Piazza del Ponte proposta dal Municipio snatura la petizione.

Pertanto, invito gli abitanti di Mendrisio – di tutti i suoi Quartieri – a firmare il referendum promosso da un comitato apartitico di cittadini contro questa errata variante pianificatoria.

Tiziano Fontana, candidato i Verdi al Municipio e al CC

Piazza del Ponte: referendum per salvare il centro storico
Piazza del Ponte: referendum per salvare il centro storicoPiazza del Ponte: referendum per salvare il centro storico
Piazza del Ponte: referendum per salvare il centro storicoPiazza del Ponte: referendum per salvare il centro storico
Piazza del Ponte: referendum per salvare il centro storicoPiazza del Ponte: referendum per salvare il centro storico

Condividi post

Repost 0
parcodivillaargentina.over-blog.it
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di parcodivillaargentina.over-blog.it
  • : salvaguardare il Parco di Villa Argentina (Mendrisio) come bene comune; riflettere sul territorio e sul paesaggio del Mendrisiotto e sulla qualità di vita dei suoi abitanti
  • Contatti