Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
25 aprile 2017 2 25 /04 /aprile /2017 21:50

Oggi in Italia si è festeggiato il giorno della festa della Liberazione o anniversario della Resistenza ed è giusto ricordarlo pensando a Piero Calamandrei, uno dei più insigni italiani del Novecento. Egli scrisse una celebre epigrafe in risposta alla sfrontatezza del comandante delle forze germaniche in Italia, Kesserling, che dopo la Guerra fu condannato a morte e poi liberato per motivi di salute e, non appena tornato libero, sostenne di non essere pentito di ciò che aveva fatto durante il suo comando ed ebbe la sfrontatezza di dire che gli italiani, per il bene che secondo lui aveva loro fatto, avrebbero dovuto erigergli un monumento. A questo criminale Piero Calamandrei rispose con la celebre epigrafe "Lo avrai camerata Kesserling":

Lo avrai camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà
a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio dei torturati
più duro d'ogni macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarono
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci ritroverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA

Nel giorno della resistenza ai totalitarismi e ai regimi liberticidi è giusto anche ricordare un'altra persona insigne del Novecento che fece della resistenza al totalitarismo del pensiero unico delle lobby economiche (e quindi politiche) un impegno di vita: la biologa e zoologa statunitense Rachel Carson scomparsa nell'aprile del 1964. Fu la prima a denunciare il pericolo dei fitofarmaci attraverso un'indagine meticolosa aiutata da scienziati di tutte le discipline: la ricerca divenne il libro Primavera silenziosa.

Essa fu attaccata dall'industria chimica, dal Dipartimento dell'agricoltura, da "scienziati" che le diedero della "donna isterica" e della comunista ...

Una donna straordinaria alla quale rivolgiamo un pensiero riconoscente, come a Piero Calamandrei, perché esempi per tutti noi e per chiunque voglia vivere nella libertà e nella ricerca, senza padroni da servire  o idoli da venerare.

Fecero quanto sentivano giusto fare, contro i totalitarismi politici o intellettuali.

Tiziano

Condividi post
Repost0

commenti

Presentazione

  • : Blog di parcodivillaargentina.over-blog.it
  • : salvaguardare il Parco di Villa Argentina (Mendrisio) come bene comune; riflettere sul territorio e sul paesaggio del Mendrisiotto e sulla qualità di vita dei suoi abitanti
  • Contatti