Overblog
Edit page Segui questo blog Administration + Create my blog
/ / /

Ecco il testo completo della petizione promossa dal Comitato Parco di Villa Argentina (che raccolse durante i mesi marzo e aprile 2009 2'870 firme di persone residenti nei Comuni di Mendrisio, Salorino-Somazzo, Arzo, Capolago, Genestrerio, Rancate, Tremona)   

 

 

 

 

 

 

Petizione

Un magnifico Parco per il Magnifico Borgo

Mendrisio possiede un’area verde nel centro, molto pregiata: Villa Argentina con vicino il parco giochi. L’attuale parco di Villa Argentina è sottodimensionato rispetto alla sua estensione originale di inizio ‘900 (quasi 47'000 mq): sono di proprietà privata circa 18'000 mq corrispondenti alla collina e al terreno pianeggiante, retrostanti la Villa. Su tale fondo, inserito in zona edificabile, il Piano Particolareggiato di Villa Argentina permette la costruzione di sei palazzine. Riteniamo che l’inserimento di quest’area in zona edificabile sia stato un errore pianificatorio che oggi dovrebbe essere corretto.

Tutto il comparto di Villa Argentina costituisce un patrimonio paesaggistico e culturale unico, tanto che fu dichiarato monumento protetto a livello cantonale nel 1985 (inspiegabilmente il fondo n. 3043 venne liberato da tale vincolo di protezione nel 1989).

La collina è intrinsecamente unita alla Villa e lo sviluppo storico del suo parco - progettato dall’arch. Croci, con l’intervento anche di Luigi Lavizzari - ne è una conferma: un disegno unitario di grande valore estetico e ambientale che dovrebbe essere salvaguardato così come concepito, nella sua totalità.

Sarebbe inoltre decisione lungimirante e degna di ammirazione destinare quest’oasi verde ancora quasi integra a zona di svago e di respiro, a compenso della cementificazione del Piano di San Martino.

Salvaguardare il nostro patrimonio d’arte e di natura significa tutelare le nostre radici e dare un fondamento al nostro futuro: è un compito civile e un obbligo morale nei confronti delle generazioni che seguiranno consegnare loro questo bene culturale. Bisogna invertire la rotta: già troppo è stato distrutto.

 

I sottoscritti firmatari chiedono pertanto al Municipio di Mendrisio di istituire immediatamente una zona di pianificazione volta ad impedire l’edificazione del fondo n. 3043, di elaborare una variante di Piano Regolatore per inserire questo terreno in una zona di svago e, nei tempi e nei modi più opportuni, di acquistarlo per metterlo a disposizione della cittadinanza quale area pregiata di svago, unitamente al resto del Parco di Villa Argentina.

Primi firmatari e membri del Comitato Parco di Villa Argentina:

Tiziano Fontana, Mendrisio; Mario Ferrari, Arzo; Massimo Borella, Mendrisio; Joschka Tomini, Mendrisio; Ivano Carrara, Salorino; Josef Weiss, Mendrisio; Cesare Sisini, Mendrisio; Arnoldo Coduri, Mendrisio; Ivan Belloni, Genestrerio; Milena Garobbio, Mendrisio; Sergio Arma, Mendrisio; Renato Simoni, Mendrisio; Flavio Medici, Mendrisio; Romano Mastrobattista, Genestrerio; Claudia Crivelli, Mendrisio; Eugenio Zippilli, Tremona; Giampaolo Baragiola, Mendrisio; Rosaria Valli Tela, Capolago; Alberto Valli, Capolago; Rosanna Coduri, Mendrisio.

 

Condividi pagina
Repost0

Presentazione

  • : Blog di parcodivillaargentina.over-blog.it
  • : salvaguardare il Parco di Villa Argentina (Mendrisio) come bene comune; riflettere sul territorio e sul paesaggio del Mendrisiotto e sulla qualità di vita dei suoi abitanti
  • Contatti