Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 aprile 2011 1 04 /04 /aprile /2011 10:00

Aggregazione, territorio e Parco di Villa Argentina

Per pensare, progettare e realizzare il presente e il futuro di una comunità – l’essenza della politica – è indispensabile avere una chiara comprensione della realtà; ciò è possibile solo se si analizzano i  principali aspetti coinvolti (demografia, risorse, istituzioni, economia, territorio, politiche regionali e nazionali, tendenze mondiali).

Da sempre il territorio costituisce il punto di partenza (analisi delle potenzialità) e di arrivo (verifica delle condizioni e della qualità di vita dei cittadini) della politica. Di conseguenza mi soffermo su questo tema tra i vari affrontati durante la serata pubblica organizzata nel dicembre scorso a Mendrisio concernente l’”Aggregazione urbana Alto Mendrisiotto – tappa 2012”. Le relazioni sono state interessanti così come, in particolare, i dati tratti dalle schede riassuntive dello “Studio strategico Alto Mendrisiotto insieme con energia dialogo e passione”. Quale descrizione del territorio dell’Alto Mendrisiotto è emersa?

Il primo relatore – il responsabile della Sezione degli enti locali – riferendosi al quadro generale ha detto che la pianificazione territoriale è inadeguata perché non c’è ‹‹nessuna ragionevole coordinazione›› tra i Comuni, che mancano di una visione regionale.

Il sindaco di Mendrisio ha evidenziato che il territorio dell’Alto Mendrisiotto ha subito un forte processo d’urbanizzazione negli ultimi decenni, così che la distinzione dei confini comunali è sempre meno evidente; inoltre nel medesimo periodo sono scomparse molte superfici agricole, ‹‹2 mq di terra ogni 10 minuti››; l’esistenza di 13 piani regolatori non è sostenibile poiché genera contraddizioni pianificatorie; il paesaggio è sempre più disordinato e il territorio piuttosto saturo; le aree verdi ancora esistenti situate però in zona edificabile rischiano d’essere edificate a breve e, in certi casi, si pone il problema di intervenire per luoghi specifici: si deve ‹‹lavorare per recuperare dove possibile aree di pregio del nostro territorio››. A questo proposito egli ha citato l’esempio del municipio di Besazio intenzionato a chiedere al Consiglio comunale l’autorizzazione ad acquistare un terreno particolarmente pregiato, il comparto del Sanc, per un valore di tre milioni di franchi e ha spiegato che il municipio di Besazio (in considerazione della mancanza di risorse finanziarie comunali e della futura aggregazione) aveva chiesto preventivamente l’assenso a quello di Mendrisio, che l’ha accordato ‹‹con entusiasmo››.  Alcuni membri del Comitato Parco di Villa Argentina, che nel 2009 lanciò la petizione sottoscritta da 2'870 cittadine e cittadini della Nuova Mendrisio, presenti alla serata hanno apprezzato la decisione riguardante il comparto Sanc: infatti si vuole salvare un terreno pregiato in centro Besazio dall’edificazione per destinarlo ad area verde di svago per la popolazione. Come logica conseguenza questo esempio ha richiamato in essi un riferimento analogo: il Parco di Villa Argentina.

Proprio alla luce del contesto territoriale descritto dai due relatori e proposto anche nello “Studio strategico” dedicato all’aggregazione 2012, dobbiamo porci una domanda: perché la proposta popolare di ricostituire il Parco di Villa Argentina nella massima estensione oggi possibile assume un valore simbolico altrettanto importante di quello che ha culturalmente e paesaggisticamente?

Una prima risposta si fonda sull’osservazione del territorio e la troviamo visibilmente e concretamente nel paesaggio stesso con, purtroppo, gli sbagli pianificatori di questi ultimi decenni: per cui un parco urbano pregiato ne è l’antitesi e diviene il simbolo di un altro modo di intendere la politica che deve far proprio e tradurre in pratica l’imperativo di proteggere la salute del cittadino attraverso il reale – e non solo ventilato – rispetto della terra, dell’aria e dell’acqua. 

La seconda risposta è basata sull’analisi dei dati che troviamo nello “Studio strategico Alto Mendrisiotto insieme con energia dialogo e passione” (cfr. sito internet del Comune di Mendrisio). Da questo studio citiamo alcune pertinenti affermazioni (la sottolineatura è nostra) che rivelano la critica situazione territoriale e ambientale dell’Alto Mendrisiotto:

‹‹Tra gli elementi di maggiore criticità del comprensorio emerge il dato ambientale. Il Mendrisiotto è teatro negli ultimi decenni di un processo di crescita non sostenibile (…) (pagina 182);

“(…) tra il 1985 e il 1997 sono scomparsi ben 140 ha [1'400'000 mq] di territorio agricolo (ovvero il 14%) mentre le superfici d’insediamento sono aumentate al ritmo di oltre 2 mq ogni dieci minuti. A far le spese di queste trasformazioni è stato soprattutto il paesaggio. Anche il traffico si è fatto incessante e con esso si è deteriorata la qualità dell’aria. Questi diversi elementi hanno messo in evidenza i limiti degli attuali strumenti di gestione del territorio, impostati secondo criteri e preferenze locali e per questo incapaci di rispondere alle sfide di una realtà sempre più regionale ed interconnessa. Ciò che preoccupa in prospettiva sono le riserve di terreni edificabili già oggi esistenti che consentirebbero il raddoppio della popolazione lanciando l’Alto Mendrisiotto verso i 44'000 abitanti›› (pagina 65);

proprio a proposito di quest’ultimo aspetto si legge (pagina 76): ‹‹un conto è tuttavia affermare che le riserve ci sono, un altro è immaginarsi questo territorio completamente edificato e con una popolazione di oltre 44'000 abitanti. (…) Dietro queste cifre si nasconde dunque un problema di sostenibilità, in termini di qualità di vita, di traffico e di ambiente ma anche di risorse disponibili (vedi ad esempio il problema dell’acqua). È questo che vogliamo?››

E dunque, per non contraddire coi fatti le verità descritte qui sopra, dimostriamo che vogliamo realmente cambiare rotta ed evitare il ‹‹problema di sostenibilità›› indicato nello “Studio strategico” iniziando, sull’onda di Besazio, dalla ricostituzione del Parco di Villa Argentina a Mendrisio.

          

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0
parcodivillaargentina.over-blog.it - in Articoli di giornali
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di parcodivillaargentina.over-blog.it
  • : salvaguardare il Parco di Villa Argentina (Mendrisio) come bene comune; riflettere sul territorio e sul paesaggio del Mendrisiotto e sulla qualità di vita dei suoi abitanti
  • Contatti